Archivi tag: vodisca

Libera in Goal: riscoprire la meraviglia

di Giacomo Molinari 

logoliberaingoalScampia non è un luogo dove si capiti per caso.

Nel complesso caleidoscopio della città di Napoli, questo immenso quartiere rimane sempre ai margini; fuori dalle rotte del turismo, distante dall’ immagine comunemente diffusa del capoluogo partenopeo, dimenticato dalla cronaca che non sia “nera”, che tanto ha contribuito a costruire e diffondere l’idea di Scampia come luogo d’esclusione, disagio, abbandono.

Appena oltre questa velata cortina di indifferenza, però, troviamo la meraviglia. Continua a leggere

Lenuccia: Resistenza e Libertà

Maddalena Stornaiuolo e Luigi Credendino, di Vo.Di.Sca. e Teatro In Fabula

di Alice Baroni

Uno scialle rosso, tre sedie, alcuni cappelli da scegliere per interpretare ruoli diversi: una scenografia semplice ma efficace.
Sono espressione, movimento ed emozione a donare vita alla scena.
Ecco come Maddalena Stornaiuolo e Luigi Credendino hanno impersonato rispettivamente Lenuccia e i diversi uomini che ella incontrò durante le quattro giornate di Napoli. “Lenuccia, una partigiana del Sud” (regia di Aniello Mallardo), infatti, è proprio il titolo dello spettacolo che le giovani compagnie teatrali Vo.di.sca e Teatro In Fabula hanno voluto offrire sabato sera ai cittadini di Verbania durante l’evento “Verbania città solidale”, svoltosi a Madonna di Campagna dal 4 al 7 luglio. Libera VCO, associazione 21 Marzo e Coordinamento 15 ottobre, parte delle associazioni che hanno reso possibile questo evento, hanno dato la possibilità a questi giovani ragazzi di giungere direttamente da Napoli per dare voce a una storia partigiana che ha radici nel passato, ma rimane tuttora viva nel presente.

Continua a leggere

Come il miele

di Carlotta Bartolucci

«Il calcio a Scampia ha un grande potere di collante sociale, è come un miele» racconta Rosario Esposito La Rossa martedì 30 aprile dal palco del Kantiere di Possaccio alla sala piccola ma straripante di persone. Alle sue parole scattano, spontanei, sorrisi su quasi ogni bocca dei presenti. Rosario racconta di una Scampia diversa da ciò che mostrano i media e ricordano gli stereotipi comuni. Grazie alle sue parole semplici e, nonostante tutto, serene, racconta realtà che rappresentano una via di fuga dalle difficoltà di un territorio intriso di criminalità, povertà e disagi, ma anche una vittoria su queste condizioni. Realtà che rappresentano una scelta, quella di non scappare ma rimanere e impegnarsi a far sbocciare il meglio della propria terra e della propria gente nella condivisione di una passione. L’Arci Scampia è una di queste.

Continua a leggere