Archivi tag: verbania

Proiezione “La mafia uccide solo d’estate”

di Claudia Isoli

Manca ormai una settimana al 21 marzo, XXII Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime delle mafie. In vista della manifestazione che si terrà a Verbania, la rassegna di eventi proposta da Libera VCO giunge alla conclusione: il prossimo appuntamento, organizzato in collaborazione con la Biblioteca comunale di Verbania “Pietro Ceretti” venerdì 17 marzo alle ore 17.30, prevede la proiezione del film “La mafia uccide solo d’estate” (Pif, 2013) presso la biblioteca stessa.

A dare inizio alla proiezione sarà l’intervento del magistrato Massimo Terzi, Presidente del Tribunale di Torino. Partendo dalla sua esperienza, introdurrà le tematiche del film con un riferimento al tema dell’area grigia delle mafie, ovverosia quell’insieme di soggetti che, nell’ambito del proprio lavoro, attraverso attività che stanno al confine tra legalità e illegalità, favoriscono la proliferazione delle mafie nel territorio, pur non appartenendo direttamente alla criminalità organizzata. Questo tema, affrontato nell’incontro di venerdì scorso insieme al sociologo Rocco Sciarrone, rappresenta anche uno dei motivi per cui si è scelto di fare la manifestazione a Verbania: l’illegalità non sta solo dentro alla mafia, ma anche dentro la società cosiddetta “civile”. Per questo non si può mai considerarsi immuni e “al sicuro”: è necessario tener sempre alta l’attenzione. Continua a leggere

Il 21 marzo sfilerà a Verbania

Ormai è ufficiale: la “XXII edizione della Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie”, per la regione Piemonte, si svolgerà a Verbania il 21 marzo 2017.

Dal 2016 infatti, Libera ha scelto di celebrare questa giornata in una città di ogni regione, invece che concentrare tutti i partecipanti in un’unica città simbolica d’Italia, come secondo tradizione dal 1996. L’intento è quello di sensibilizzare ancor più capillarmente la cittadinanza locale, in attesa che si concluda l’iter di ufficializzazione della giornata da parte del Parlamento.

XXI Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie a Torino, 21 marzo 2016

L’anno scorso per il Piemonte come città ospitante è stata designata Torino, che negli ultimi anni è stata teatro di numerose inchieste giudiziarie che hanno dimostrato l’alto livello di radicamento delle mafie nel nord Italia.

Per l’edizione del 2017, invece, la scelta della città simbolo non è stata semplice. Nella conferenza stampa tenutasi presso il Comune di Verbania venerdì 13 gennaio, Eugenio Bonolis, referente della rete provinciale di Libera VCO, ha perciò illustrato le motivazioni che hanno portato alla scelta della nostra città. Innanzitutto c’è un forte bisogno di allargarsi rispetto al capoluogo, alla grande città, per portare la riflessione sul radicamento mafioso al nord anche nelle zone che appaiono più estranee al fenomeno. Zone in cui raramente si manifestano in modo palese la mafie che minacciano o uccidono, ma che per questo non possono considerarsi immuni a tutti quei comportamenti che permettono alle mafie di esistere e sopravvivere. Si tratta dell’atteggiamento di passività, complice silenzio, cultura mafiosa che caratterizza molte province settentrionali. Continua a leggere

Canzoni e parole per raccontare Giorgio Ambrosoli

locandinaimmagineambrosoliSi terrà sabato 28 febbraio alle ore 20:45, presso l’auditorium Sant’Anna di Verbania, lo spettacolo teatrale “Giorgio Ambrosoli”, del cantautore e attore Luca Maciacchini.

È la storia di un cittadino con la schiena dritta, un esempio di legalità e onestà vere, che vanno oltre l’ormai stanca retorica. Giorgio Ambrosoli, commissario liquidatore della Banca Privata Italiana, venne incaricato di indagare sulle attività illecite del banchiere siciliano Michele Sindona nel 1974. Venne ucciso la notte tra l’11 e il 12 luglio 1979 da un sicario ingaggiato dallo stesso Sindona, proprio perché stava svolgendo “troppo bene” il suo lavoro.

Nel 2011 Luca Maciacchini, in collaborazione con Michela Marelli, ha deciso di raccontare la storia di Ambrosoli con le modalità del teatro-canzone, attraverso uno spettacolo che ripercorre la sua vicenda sia umana che professionale. I testi, nati proprio dall’incontro che l’artista ha avuto con la moglie Annalori Ambrosoli, sono frutto dei racconti diretti della vedova e degli scritti del figlio Umberto.

Lo spettacolo, il cui biglietti saranno da 10 euro per i maggiorenni (dai 19 anni in su) e 5 euro per i minorenni, è organizzato dal presidio verbanese di Libera dedicato alla figura di Giorgio, con la preziosa collaborazione della famiglia Ambrosoli, dell’Associazione Civile “Giorgio Ambrosoli” e  dei comuni di Verbania e Ghiffa.
I biglietti sono reperibili presso il Kantiere di Possaccio (via alla Cartiera 23, Verbania) e la libreria Margaroli di Intra (Corso Mameli Goffredo, 55).

Quando la fortuna è un algoritmo

IMG_3478di Valentina Aiello

«La campagna Non t’azzardare, di cui questo è il secondo incontro – esordisce Eugenio Bonolis, referente di Libera VCO -, non deve essere considerata fine a se stessa». Infatti, il ciclo di eventi, volto alla sensibilizzazione ai rischi del gioco d’azzardo, non è altro che «il risultato di un percorso che dura già da un anno». Associazioni, parrocchie, gruppi Caritas e di volontariato, Comune, Prefettura, sindacati, Asl e altre realtà di Verbania hanno istituito, già dal 2012, un tavolo di lavoro per contrastare il drammatico incedere del fenomeno. Continua a leggere

Giorgio Ambrosoli: Io ricordo

Foto di Rachele Dalla Savina

di Claudia Isoli e Samuele Giraldo

Venerdì 12 luglio, per le piazze di Intra, i ragazzi e le ragazze di Libera hanno sfidato il cocente sole di luglio per cimentarsi in un originale flash mob e ricordare l’uomo a cui è intitolato il loro presidio, Giorgio Ambrosoli, che nel lontano 11 luglio di trentaquattro anni fa entrò a far parte di quella interminabile lista di nomi che non possono essere cancellati: i nomi di tutte le persone uccise dalla mafia, in particolare le persone che hanno messo in secondo piano la propria vita per rendere migliore il nostro paese.

Continua a leggere

Lenuccia: Resistenza e Libertà

Maddalena Stornaiuolo e Luigi Credendino, di Vo.Di.Sca. e Teatro In Fabula

di Alice Baroni

Uno scialle rosso, tre sedie, alcuni cappelli da scegliere per interpretare ruoli diversi: una scenografia semplice ma efficace.
Sono espressione, movimento ed emozione a donare vita alla scena.
Ecco come Maddalena Stornaiuolo e Luigi Credendino hanno impersonato rispettivamente Lenuccia e i diversi uomini che ella incontrò durante le quattro giornate di Napoli. “Lenuccia, una partigiana del Sud” (regia di Aniello Mallardo), infatti, è proprio il titolo dello spettacolo che le giovani compagnie teatrali Vo.di.sca e Teatro In Fabula hanno voluto offrire sabato sera ai cittadini di Verbania durante l’evento “Verbania città solidale”, svoltosi a Madonna di Campagna dal 4 al 7 luglio. Libera VCO, associazione 21 Marzo e Coordinamento 15 ottobre, parte delle associazioni che hanno reso possibile questo evento, hanno dato la possibilità a questi giovani ragazzi di giungere direttamente da Napoli per dare voce a una storia partigiana che ha radici nel passato, ma rimane tuttora viva nel presente.

Continua a leggere

Ricordare è resistere

di Silvia De Medici

Era il 20 giugno 1944 quando 43 partigiani, catturati dai soldati delle SS naziste durante i rastrellamenti in Val Grande, furono fucilati a Fondotoce, dove oggi sorge il monumento commemorativo della Casa della Resistenza.
Picchiati selvaggiamente il giorno prima nelle cantine di Villa Caramora, furono poi condotti dai loro aguzzini fino al luogo del martirio.
Furono fatti passare per i centri abitati di Intra, Pallanza, Suna e Fondotoce, affinché ogni cittadino potesse guardare quell’infame corteo preceduto dal cartello, fatto sostenere in testa alla marcia da Cleonice Tommasetti e dal tenente Ezio Rizzato, che recitava: «Sono loro i liberatori d’Italia oppure sono i banditi?».

Continua a leggere

Vento della memoria, fuoco dell’impegno

di Cristina Danini

Ce n’erano tante di fiaccole la sera del 21 marzo a Verbania. Tante fiaccole accese per ricordare le vittime innocenti di tutte le mafie, che dal 1893 ad oggi hanno perso la vita nella loro lotta. Continua a leggere

Interviste: Massimo Terzi e Mauro Croce

Ciclo di incontri “Il potere del denaro”, primo appuntamento “Scopriamo le carte. Gioco d’azzardo: costi e crimine”. Al termine, gli ospiti Massimo Terzi e Mauro Croce, rispettivamente Presidente del Tribunale di Verbania e Responsabile settore educazione sanitaria Asl 14, hanno tirato le conclusioni.

Continua a leggere

Gioco d’azzardo, tra lobby e Stato

 

di Alice Baroni e Silvia de Medici

Venerdì 8 febbraio, presso lo spazio giovani comunale Il Kantiere, si è tenuto il primo incontro del ciclo “Il potere del denaro”, organizzato dal Coordinamento provinciale di Libera Vco. “Scopriamo le carte”, grazie alla presenza degli ospiti Mauro Croce, responsabile del settore Educazione Sanitaria dell’ALS 14 di Verbania, e Massimo Terzi, presidente del tribunale di Verbania, ha fornito un’interessante possibilità di riflessione sul ruolo del denaro nella nostra cultura.

Continua a leggere