Archivi tag: teatro

Lenuccia: Resistenza e Libertà

Maddalena Stornaiuolo e Luigi Credendino, di Vo.Di.Sca. e Teatro In Fabula

di Alice Baroni

Uno scialle rosso, tre sedie, alcuni cappelli da scegliere per interpretare ruoli diversi: una scenografia semplice ma efficace.
Sono espressione, movimento ed emozione a donare vita alla scena.
Ecco come Maddalena Stornaiuolo e Luigi Credendino hanno impersonato rispettivamente Lenuccia e i diversi uomini che ella incontrò durante le quattro giornate di Napoli. “Lenuccia, una partigiana del Sud” (regia di Aniello Mallardo), infatti, è proprio il titolo dello spettacolo che le giovani compagnie teatrali Vo.di.sca e Teatro In Fabula hanno voluto offrire sabato sera ai cittadini di Verbania durante l’evento “Verbania città solidale”, svoltosi a Madonna di Campagna dal 4 al 7 luglio. Libera VCO, associazione 21 Marzo e Coordinamento 15 ottobre, parte delle associazioni che hanno reso possibile questo evento, hanno dato la possibilità a questi giovani ragazzi di giungere direttamente da Napoli per dare voce a una storia partigiana che ha radici nel passato, ma rimane tuttora viva nel presente.

Continua a leggere

L’innocenza di Giulio alla quale non possiamo credere

di Camilla Cupelli

Giulio Cavalli è uno scrittore di teatro, che interpreta spettacoli di rilevanza sociale da molti anni, e che in seguito al suo tentativo di ridicolizzare la mafia è stato ripetutamente minacciato, tanto da essere sotto scorta da anni.
Giulio fa parte della rete per la protezione delle persone a rischio chiamata Salvagente, alla quale il nostro Presidio aderisce. Ecco perché non ci siamo persi il suo nuovo spettacolo L’innocenza di Giulio, portato in scena a Milano ad aprile. Lo spettacolo è strutturato a partire da un’ipotetica lettera che Cavalli scrive a Giulio Andreotti, perché non riesce a resistere alla tentazione di unire in un unico filo gli avvenimenti italiani che lo hanno coinvolto a partire dalla prima repubblica fino ad oggi, e non può scordare il verdetto, confermato in cassazione, che lo vede colpevole di concorso esterno in associazione a delinquere di stampo mafioso almeno fino al 1980.
Colpevole.

Continua a leggere