Archivi tag: napoli

“LetterAltura” incontra Rosario Esposito La Rossa

2627giugnopreQuest’anno, il festival LetterAltura di Verbania ha coinvolto anche, tra i tantissimi ospiti, Rosario Esposito La Rossa e Maddalena Stornaiuolo, due giovani ragazzi impegnati da anni in percorsi culturali, sociali ed economici nel quartiere Scampia della città di Napoli.
Rosaio e Lena incontreranno la cittadinanza in due momenti, entrambi colmi di significato:

VENERDí 26 GIUGNO 2015, presso “Il Chiostro – Famiglia Studenti”, dalle ore 17:45 alle ore 18:45, presentando

“Le Fattorie Vo.di.sca. La terra riconvertita per combattere la camorra”
(Dialogo con Rosario Esposito La Rossa e Maddalena Stornaiuolo)

SABATO 27 GIUGNO 2015, presso “Il Chiostro – Famiglia Studenti”, dalle ore 21:30 alle ore 22:30, con lo spettacolo teatrale

“La storia di Antonio Landieri, vittima innocente di camorra. Disabile di 25 anni ucciso per errore durante la faida di Scampia”
(Evento in collaborazione con l’Associazione “21 Marzo”)

In forma di lettura drammatizzata, lo scrittore napoletano Rosario Esposito La Rossa, insieme all’attrice Maddalena Stornaiuolo, porta in scena frammenti scelti dall’omonimo romanzo. Istantanee di vita reale vissuta, e molto spesso subita, da tanti giovani napoletani. Storie dei quartieri napoletani di Scampia e Secondigliano, territori colpiti, in un passato fin troppo recente, da una delle più cruente guerre tra i clan della camorra mai vissute nella storia della Repubblica. Tra la cronaca, fredda e lucida, di storie vere e la trascrizione dei sogni e delle aspirazioni dei tanti ragazzi di Scampia, si rivela sulla scena uno spaccato formidabile della feroce realtà dell’hinterland napoletano e di quanti battono altre strade alla ricerca di un “nuovo mondo possibile”.

Libera in Goal: riscoprire la meraviglia

di Giacomo Molinari 

logoliberaingoalScampia non è un luogo dove si capiti per caso.

Nel complesso caleidoscopio della città di Napoli, questo immenso quartiere rimane sempre ai margini; fuori dalle rotte del turismo, distante dall’ immagine comunemente diffusa del capoluogo partenopeo, dimenticato dalla cronaca che non sia “nera”, che tanto ha contribuito a costruire e diffondere l’idea di Scampia come luogo d’esclusione, disagio, abbandono.

Appena oltre questa velata cortina di indifferenza, però, troviamo la meraviglia. Continua a leggere

Come il miele

di Carlotta Bartolucci

«Il calcio a Scampia ha un grande potere di collante sociale, è come un miele» racconta Rosario Esposito La Rossa martedì 30 aprile dal palco del Kantiere di Possaccio alla sala piccola ma straripante di persone. Alle sue parole scattano, spontanei, sorrisi su quasi ogni bocca dei presenti. Rosario racconta di una Scampia diversa da ciò che mostrano i media e ricordano gli stereotipi comuni. Grazie alle sue parole semplici e, nonostante tutto, serene, racconta realtà che rappresentano una via di fuga dalle difficoltà di un territorio intriso di criminalità, povertà e disagi, ma anche una vittoria su queste condizioni. Realtà che rappresentano una scelta, quella di non scappare ma rimanere e impegnarsi a far sbocciare il meglio della propria terra e della propria gente nella condivisione di una passione. L’Arci Scampia è una di queste.

Continua a leggere