Archivi tag: libera terra

Ultimi banchetti natalizi di Libera Terra!

liberaterraprodotti
Si ricorda che, anche quest’anno, sarà possibile acquistare i prodotti di Libera Terra presso i banchetti che saranno allestiti nei prossimi due weekend.
In particolare:

 


– Sabato 13 dicembre a Domodossola, via Briona

– Domenica 14 dicembre a Omegna, largo Cobianchi
– Sabato 20 dicembre a Verbania, piazza Ranzoni
– Sabato 20 dicembre a Domodossola, via Briona

I prodotti di Libera Terra, provenienti dalle terre confiscate alle mafie, oltre che rappresentare un riscatto sociale e lavorativo, costituiscono anche un’idea per un regalo etico e responsabile, da donare in occasione delle feste!

Natale con Libera Terra

volantinonatale2014Sotto il periodo natalizio è abitudine guardarsi intorno, per decidere cosa regalare ai propri conoscenti e parenti. Per il secondo anno, Libera VCO propone un regalo simbolico di un impegno concreto contro le mafie, promuovendo un’attività virtuosa che sta andando avanti da anni, chiamata Libera Terra. Le composizioni dei prodotti di Libera Terra infatti, sono il frutto del riutilizzo sociale, pulito e onesto delle terre confiscate alla mafia in tutta Italia. Il sapore del riscatto, si fonde con quello della qualità, ottenuta grazie alla coltivazione e lavorazione biologica. Continua a leggere

Verbania, una tavolata per la legalità

di Claudia Isoli

cenadellalegalità2014photoBen 150 i partecipanti all’annuale edizione della “Cena della legalità”, appuntamento organizzato da Libera VCO in occasione dell’inaugurazione del nuovo anno sociale.
Numerose le persone, giovani e adulti, che la sera del 21 novembre,  hanno popolato la sala dell’oratorio Don Bosco per vivere in compagnia una serata diversa dalle altre e dimostrare il loro appoggio nei confronti di Libera, che da ben 8 anni si impegna quotidianamente nel portare avanti nel nostro territorio ideali di giustizia e legalità. Continua a leggere

IV edizione di “Verbania Città Solidale”

La locandina dell'evento

La locandina dell’evento

Da giovedì 3 luglio alle ore 18.00, fino a tarda sera di domenica 6 luglio, presso il giardino circostante alla Chiesa di Madonna di Campagna, si terrà la quarta edizione della festa di “Verbania Città Solidale”.
L’evento, realizzato con il patrocinio del comune di Verbania e il contributo della fondazione Comunitaria del Vco, riporta un programma denso di incontri e spettacoli, il tutto arricchito da una cucina rinnovata.
Il filo conduttore dei 4 giorni sarà la “TERRA”, terra rubata, sfruttata, cementificata, ma anche valorizzata, curata e amata. Anche quest’anno, LiberaVCO porterà il suo contributo, con lo stand dei prodotti di Libera Terra, che permarrà per tutte le quattro giornate. Gli stessi prodotti poi, provenienti dalle terre confiscate alle mafie, costituiranno la base dell’aperitivo delle 19.30 di domenica 6 luglio.

“Verbania Città Solidale” è una festa organizzata da una rete di associazioni, cooperative e realtà no-profit operanti presso Verbania e dintorni di cui, ogni anno, questa città è sempre più fiera.

Il sapore della legalità, del riscatto e della libertà

di Silvia de Medici

Venerdì scorso 30 novembre si è tenuta presso l’oratorio di Trobaso la “Cena della Legalità”, ovvero una signora cena – che comprendeva antipasto, primo, contorno, dolce e vini bianchi e rossi – di auto finanziamento del Coordinamento provinciale di Libera VCO. Il pasto serale è stato un’occasione d’incontro per oltre 120 persone che, condividendo gli ideali della nostra associazione, hanno potuto apprezzare i prodotti di Libera Terra, il marchio che contraddistingue le produzioni biologiche realizzate dai giovani delle cooperative che gestiscono le terre confiscate alle mafie.

Continua a leggere

Basta uomini soli: le idee restano

di Alessandro Regini

di Valentina Aiello

La sera del 19 luglio, a 20 anni esatti dall’omicidio di Paolo Borsellino e a oltre 20 o quasi 30 anni dagli altri terribili attentati perpetrati per mano mafiosa, i ragazzi del Presidio Giorgio Ambrosoli di Verbania hanno organizzato a Madonna di Campagna un momento di dibattito e riflessione con la cittadinanza.
All’evento ha presenziato anche la dott.ssa Mellano, sindaco di Omegna, il cui intervento riguardo la legalità e i giovani ha introdotto la serata, articolata in due momenti.

Nella prima parte è stato proiettato il film “Uomini soli” del giornalista Attilio Bolzoni e del regista Paolo Santolini: una densa raccolta di interviste, testimonianze, registrazioni, immagini e filmati degli uomini soli della Palermo degli anni ’80 e ’90 e dei loro parenti e amici. Continua a leggere

Verbania, la città solidale

di Giada Babino e Irene Pipicelli

“Verbania città solidale” è una rete di associazioni di volontariato verbanesi unite dal comune interesse nei valori costituzionali, nel rispetto dei diritti umani, nella conservazione dell’ambiente, dell’economia solidale, della pace e della convivenza democratica. Questa rete di associazioni, creata l’anno scorso, si occupa di organizzare una festa che ha come scopo la promozione di questi valori attraverso la conoscenza delle persone che vi partecipano, il loro lavoro e attraverso momenti culturali, come concerti, teatro, aperitivi.
La festa si è tenuta quest’anno dal 5 all’8 luglio a Madonna di Campagna. Durante queste quattro serate, altrettante associazioni hanno tenuto momenti di dibattito.

Continua a leggere

Un’altra Italia: storie di ordinaria resistenza

di Camilla Cupelli

A Polistena, nei bar, il caffè non si offre. Non è mancanza di rispetto, né una tradizione. Dal 2006 però questo divieto è affisso in molti bar della città, e il motivo è logicamente conosciuto da tutti. Nel giugno dello stesso anno, due anni dopo la nascita della cooperativa “Valle del Marro Libera Terra” sui terreni confiscati alla famiglia Piromalli, i soci subiscono il primo attentato:chili di zucchero vengono riversati nei motori dei mezzi utilizzati per il lavoro nei campi, impedendone il funzionamento. Da questo momento in poi i soci della cooperativa bevono il caffè amaro, per ricordarsi della difficoltà della loro scelta, e decidono di andare nei bar ostentando il coraggio di non offrire il caffè a nessun mafioso, e di rifiutare in caso di proposta di offerta.

Continua a leggere