Archivi tag: coro volante cucciolo

Giorgio Ambrosoli, un eroe di tutti i giorni

di Claudia Isoli

I sinsaco di Ghiffa Matteo Lanino e la referente del presidio Carlotta Bartolucci (foto di Luisa Mazzetti)

I sindaco di Ghiffa Matteo Lanino e la referente del presidio Carlotta Bartolucci (foto di Luisa Mazzetti)

19 Luglio 2014. Ore 10.30. Sono molte le persone che in questa calda giornata d’estate hanno voluto trascorrere la mattina insieme, a Ghiffa. Insieme per ricordare una persona che era molto legata a questa località, ovvero Giorgio Ambrosoli, la cui storia, come molte altre, rappresenta un esempio per tutti noi.

L’avvocato, nel lontano 1974, ottenne il ruolo di commissario unico liquidatore della Banca Privata Italiana con il compito di indagare sui traffici illeciti di Michele Sindona, il proprietario della stessa banca. Ambrosoli svolse l’incarico con il massimo della rigorosità e dell’impegno, senza mai cedere di fronte a tutte le pressioni, ai tentativi di corruzione e alle minacce che dovette subire, anzi lavorando solo ed esclusivamente per l’interesse del Paese.

Purtroppo però, il grande senso del dovere e dell’onestà che accompagnarono l’avvocato durante le sue indagini gli costarono caro: fu così che, la notte tra l’11 e il 12 luglio 1979 venne assassinato con quattro colpi di pistola da un sicario americano, William Joseph Aricò.
Mandante del delitto: Michele Sindona. Continua a leggere

Fiaccolata di Libera-zione!

La sera del 24 aprile a Verbania si è tenuta una fiaccolata per commemorare la Festa della Liberazione, organizzata dall’ANPI Verbania – sezione Augusta Pavesi, dal presidio Giorgio Ambrosoli e dall’associazione 21 marzo. Durante il corteo centinaia di persone hanno sfilato per le vie del centro con le fiaccole in mano. Al termine, sotto la tettoia dell’imbarcadero vecchio, musica del coro Volante Cucciolo e letture.

Il ricordo e il testimoneIl nostro 25 aprile

di Giacomo Molinari

I suoi piccoli occhi chiari si stringono mentre, appeso al gagliardetto dell’ANPI, ascolta l’orazione ufficiale del professor Begozzi, di fronte al monumento ai caduti.
Si legge in quello sguardo l’emozione che lo assale ripensando alla sua gioventù, a quell’esperienza resistenziale incarnata dallo slavato fazzoletto verde, simbolo della sua brigata, che gli scende sulle spalle. Magari ripensa ai suoi compagni, alle fughe, alle battaglie, ma anche alla gioia di stare insieme, all’amicizia forgiata dalle stesse speranze per il futuro, temprata dal fuoco dei combattimenti.
Arialdo, e Gianni con lui, è una delle figure storiche della Resistenza nel VCO.
E anche quest’anno ha voluto essere in prima fila nelle celebrazioni organizzate dall’ANPI e da Libera per ricordare la Liberazione dal nazifascismo e il lascito da essa consegnatoci.
Due i momenti in cui la cittadinanza di Verbania si è trovata per festeggiare quest’importante anniversario.

Continua a leggere