Archivi tag: commemorazione

Ghiffa, 19 luglio: XXXV Commemorazione Ambrosoli

ambrosoli2014

Sabato 12 luglio scorso cadeva il trentacinquesimo anniversario della morte di Giorgio Ambrosoli.
Il presidio di Libera di Verbania intitolato a lui, con la collaborazione della Volante Cucciolo, ha deciso, come ogni anno, di ricordare l’avvocato vittima di mafia.
Giorgio Ambrosoli, commissario liquidatore della Banca Privata Italiana, venne incaricato di indagare sulle attività illecite del banchiere siciliano Michele Sindona, nel 1974. Venne ucciso la notte tra l’11 e il 12 luglio 1979 da un sicario ingaggiato dallo stesso Sindona, proprio perché stava svolgendo “troppo bene” il suo lavoro.
Durante la commemorazione, che avverrà sabato 19 luglio sotto il sagrato della chiesa di S.Elisabetta a Ronco di Ghiffa, verranno proposti canti e letture che ripercorrono la sua vita al servizio dello Stato.
Alla cerimonia, che si terrà alle ore 10.30, saranno presenti anche i familiari: la moglie Annalori e la figlia Francesca con la sua famiglia, legati affettivamente alla località di Ghiffa, dove erano soliti soggiornarvi in passato.

Ricordare Giorgio Ambrosoli è importante non solo perché è necessario dare dignità a chiunque venga ucciso sotto la violenza mafiosa, che di fatto vive di repressioni, violenze e privazioni dei diritti umani; ricordare Giorgio Ambrosoli significa anche riflettere su quali valori è giusto porre come base del comportamento di ognuno di noi. Significa rendersi conto che, senza l’onestà, un mondo diverso e soprattutto più “umano”, non sarà mai possibile.

Giorgio Ambrosoli: Io ricordo

Foto di Rachele Dalla Savina

di Claudia Isoli e Samuele Giraldo

Venerdì 12 luglio, per le piazze di Intra, i ragazzi e le ragazze di Libera hanno sfidato il cocente sole di luglio per cimentarsi in un originale flash mob e ricordare l’uomo a cui è intitolato il loro presidio, Giorgio Ambrosoli, che nel lontano 11 luglio di trentaquattro anni fa entrò a far parte di quella interminabile lista di nomi che non possono essere cancellati: i nomi di tutte le persone uccise dalla mafia, in particolare le persone che hanno messo in secondo piano la propria vita per rendere migliore il nostro paese.

Continua a leggere

68esimo anniversario dell’eccidio dei 42 martiri di Fondotoce

di Carlotta Bartolucci e Rachele Dalla Savina

L’impegno e la memoria, gli strumenti per (R)esistere
Il grido “Ora e sempre Resistenza” ha un potere particolare se detto a più voci, con forza, da uomini e donne che hanno già dato il loro contributo alla Storia combattendo contro il Fascismo, e giovani che intraprendono senza sosta le diverse battaglie che l’attualità presenta. Ha un potere particolare perché trasmette solennità e importanza all’impegno di ogni giorno e continuità con il passato, mostrando come la forza di agire che vive da decenni sopravviva tutt’oggi: dimostra come, impegnandosi, si possa Resistere e far Resistere, mantenendo vivi gli sforzi di chi si è impegnato in passato e la loro memoria. Continua a leggere