Archivi tag: calabria

Uniti da un filo lungo duemila chilometri

di Valentina Aiello

carovanaPOSTERPOSTTornare a casa, esausti e felici. Ci sono mille ricordi che ancora ti frullano in testa, che ti fanno sorridere e emozionare. C’è la soddisfazione di aver imparato tante cose sul nostro territorio e su questo movimento. C’è la nostalgia dei tuoi compagni di viaggio che comincia già a farsi sentire.
Un viaggio in carovana è un’avventura che si sviluppa attraverso le storie, le battaglie, le emozioni e le utopie delle persone che si vanno a incontrare, unite a quelle delle persone che si mettono in viaggio. Una riscoperta di un territorio troppe volte considerato “lontano”, che ti porta ad ammettere che è proprio da lì che è iniziato tutto.

Domenica scorsa si concludeva quest’iniziativa, chiamata “A sud di nessun nord” intrapresa da un gruppo rappresentativo di Libera Piemonte. Diciassette ragazzi, provenienti Novara, Verbania, Torino e Borgosesia che hanno attraversato l’Italia incontrando cooperative aderenti alla rete Libera Terra, coordinamenti di Libera, testimoni di giustizia e familiari di vittime di mafia sparsi tra Sicilia, Calabria e Campania. Continua a leggere

Pino Masciari, «quello che voglio è essere libero»

immagine tratta dal sito pinomasciari.it

di Valentina Aiello e Silvia De Medici

Quella di Giuseppe Masciari, per gli amici Pino, è una storia di resistenza, che sembrerà paradossale ai giorni d’oggi. Racconta la storia di un popolo oppresso da aguzzini che vogliono imprimere la loro legge tramite paura, armi e violenza. Ma questi aguzzini non sono comuni persecutori: appartengono alla ‘ndrangheta, la più potente società criminale al mondo. E di fronte a loro uno non ha molta scelta: o accetta, piegando la testa, voltandosi dall’altra parte, tacendo, pagando il racket, perdendo la propria dignità, o si rifiuta, facendo valere i principi di legalità, di giustizia, di libertà, di uomo onesto. Ma questa persona può farcela solo se alle sue spalle c’è un sostegno. Di uno Stato, ad esempio. Perché chi rimane solo, isolato, diviene una facile preda di fronte ad un esercito così potente.

Continua a leggere

Pino Masciari – Comunicato Stampa

Tratto dal sito di Pino Masciari.

COMUNICATO STAMPA
Io Pino Masciari ho ed avrò sempre grande rispetto per le regole dello Stato e attenzione per l’altrui e la mia sicurezza.
Per questo e nessun altro motivo mi sono sentito costretto ad auto-proteggermi e a tornare a casa, non ritenendo giusto di esporre i civili che mi stavano accompagnando in quanto versavo, per l’ennesima volta, privo di protezione in terra di Calabria.
Di seguito la mia comunicazione inviata il 24 maggio 2012 ore 9,00 all’Autorità Territoriale per avvisare del mio stato e della mia indotta e forzata scelta prima di praticarla.

A mezzo telefax

Segue Racc. A/R

Continua a leggere

Pino Masciari senza scorta.

Paga le accuse fatte a Corigliano?

Articolo del 24 maggio 2012, tratto dal sito di Pino Masciari.

Chi tocca i fili muore. Chi si permette di censurare le assenze dello Stato pure. Pino Masciari è solo, senza scorta: se ne perdono le tracce alle 8 odierne a Cosenza. Gli agenti che lo scortano in Calabria vengono destinati ad altri servizi. E lui cerca di tornare al Nord fuggendo di nascosto, come un ladro.

Su Pino Masciari pesa la condanna a morte di alcune ‘ndrine e lo Stato lo sa. Con le sue accuse e le sue prove, Masciari ha fatto condannare boss e finanche uomini dello Stato indegni del loro ruolo. Ora vive lontano dalla sua terra, Masciari, con la moglie Marisa e i figli. Deve stare attento anche alla propria ombra.

Continua a leggere